Meglio una seppia da Sammy

Un invisibile batterio mortale imperversa per l’Europa, seminando panico nei piatti, generando curiose diete dettate dalla paura ma – soprattutto – nascondendo la sua origine. E così un giorno vengono vietati i cetrioli, il giorno dopo i germogli di legumi, e dopo ancora il killer sembra nascondersi nelle trame di un hamburger.

Una cosa sola appare essere certa: il batterio è stato introdotto dall’uomo in un punto ancora ignoto di tutta la catena di preparazione alimentare. Manipolazione delle materie prime per renderle più appetibili anche al solo sguardo, oppure per poterle conservare più a lungo evitando così di fare la spesa ogni giorno, cibi precotti in attesa di essere ingurgitati tra una pausa e l’altra, magari mentre ci spostiamo verso il lavoro, senza nemmeno poggiare il piatto su un tavolo.

Siamo sicuri che questa sia la strada più giusta?

Nel frattempo, mi degusto (almeno con lo sguardo) la cottura di questa magnifica seppia appena pescata da Sammy the Tiger nelle acque di Hikkaduwa (SriLanka). L’igiene della cucina non è quella a cui noi europei siamo abituati, tuttavia il batterio killer è ben lontano da questi luoghi!

[vimeo=21435636]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.