HP inizia la certificazione di Ubuntu Server

Un piccolo passo per la Hewlett Packard, che potrebbe rappresentare un passo da gigante per Ubuntu Server Edition e per Canonical: le due aziende stanno infatti lavorando per certificare Ubuntu Server su macchine HP Proliant.
Prima di far squillare le trombe occorre però subito specificare che HP non arriverà mai alla pre-installazione di Ubuntu su macchine Proliant. Piuttosto, il processo di certificazione porterà all’inclusione di Ubuntu [Server Edition] nella lista di sistemi operativi supportati da HP. Le due società stanno lavorando su un accordo di fornitura di supporto per i client HP che impiegheranno Ubuntu sui propri server.

Ripercorriamo le diverse milestone raggiunte da Canonical nel corso delle iniziative a supporto della Server Edition:

  • Lancio di Ubuntu Server Edition nel 2005, con il successivo consolidamento nel 2006 della prima versione LTS (6.06);
  • Raggiunti accordi con numerosi ISV (independent software vendors) per promuovere Ubuntu Server a LinuxWorld Expo 2008 (es: Alfresco, OpenBravo);
  • Lancio di Landscape nel 2008. Il tool di gestione consente l’amministrazione remota e l’ottimizzazione di sistemi Ubuntu;
  • Aprile 2008: accordo di partnership con Sun Microsystem per la certificazione su server Sun;
  • Dicembre 2008: accordo con IBM e Virtual Bridges per un sistema desktop virtuale da ospitare su server IBM.

.

3 pensieri riguardo “HP inizia la certificazione di Ubuntu Server

    • 4 Ottobre 2009 in 20:12
      Permalink

      Grazie Fabio ….

      Mi chiedo come si comporti con lo storage in fibra (al lavoro ho un MSA1000 e un EVA4400) … entrambi necessitano di una installazione M$ per una configurazione ed il primo dei due è stato abbastanza ostico da domare (è il mio primo lavoro di questo genere e la documentazione è poca e molto disorganizzata).

      Sta di fatto, però, che anche per CentOS HP ha cominciato a rilasciare pacchetti appositi … la lotta è ardua 😀

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.