Anche la Calabria adotta l’open source

A passi lenti, certamente non confrontabili con quelli del resto d’Europa, le Amministrazioni Pubbliche locali italiane stanno realizzando il loro percorso verso l’Open Source. Dopo le recenti notizie sulla Regione Sardegna e la Regione Lazio, occorre segnalare che l’amministrazione regionale della Calabria ha completato la migrazione della sua infrastruttura IT su piattaforma open source.

Il progetto, nato da una collaborazione con IBM, prevede l’installazione di SUSE Gnu/Linux su un mainframe IBM z9, ubicato nel Centro di Elaborazione Dati regionale. Il mainframe sarà così in grado di ospitare numerose applicazioni open source sviluppate internamente o da sociaetà locali, garantendo un miglioramento generale delle prestazioni e un abbattimento dei costi.

Un pensiero riguardo “Anche la Calabria adotta l’open source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.